Cavalli

Martina (1D) racconta la sua passione per l’equitazione e l’amicizia con Pioggia, una tenera cavallina.

Potrebbe tirare un calcio con lo zoccolo e farebbe tanto male. Lei alza su gli zoccoli posteriori per togliersi le mosche che le danno fastidio, potrebbe essere per questo che si arrabbia. Quando alza le orecchie cerco di farla rallentare. Le abbassa e io sono felice. Sarebbe bello riuscire a comunicare con Pioggia per sentire cosa prova quando si arrabbia, parlarle e capirla. Il cavallo che monto si chiama Pioggia ed è una femmina: le piacciono le carezze, quando sente la parola “trotto” incomincia a trottare ma dopo un po’ rallenta e quando si arrabbia alza le orecchie e poi diventa un po’ aggressiva ma è sempre bravissima. Tutti i cavalli hanno personalità diverse e il cavaliere deve capire le loro esigenze. La mia passione per i cavalli è nata due anni fa. Ho frequentato un centro estivo però non sono riuscita a cavalcare, ed era equitazione a monta americana. Invece quest’anno ho provato a fare equitazione presso un maneggio che mi ha consigliato un’amica di mia sorella, dove si effettua monta all’Inglese. Dopo alcune prove ho frequentato il centro estivo e ho scoperto informazioni nuove sui cavalli. Esistono diverse razze, e si dividono in cavalli e pony; ci sono i cavalli per il salto a ostacoli, per il cross… Il mondo dei cavalli e dell’equitazione non a tutti può piacere perché sei a contatto con la natura e ci possono essere i cattivi odori del letame, le continue mosche, devi pulire il cavallo, spazzolarlo, pulire il box, pulire gli zoccoli, mettere il grasso. Devi prenderti cura e occuparti degli animali.
Io prima di cavalcare cerco di elencare i nomi di tutti i cavalli che conosco, però faccio un po’ di fatica perché sono più di quaranta. Fare equitazione mi rilassa e diventa tutto più tranquillo perché l’andamento del cavallo ferma l’agitazione e sembra di stare sulle nuvole. Sarebbe bello stare sulle nuvole ma quando cavalchi secondo me provi una sensazione simile, ti rilassi e quando li accarezzi i cavalli sono morbidi come lo zucchero filato, che sembra una nuvola dolce. Stare sulle nuvole mi piace perché mi allontana dalle cose brutte della vita ed è per questo che amo cavalcare, mi fa ricordare le cose belle, mi sento libera e leggera.
All’inizio non piace a tutti: neanche a me all’inizio piaceva ma facendo equitazione diventava tutto più tranquillo e mi sentivo più sicura in groppa all’animale. Un momento bellissimo con i cavalli è stato quando al centro estivo portavamo fuori dalla stalla un pony che non ha neanche un anno e si chiama Gialapa; di fianco c’era un recinto libero in cui correvamo avanti e indietro e il pony ci seguiva. Un altro ricordo che mi piace è quando finisco equitazione, perché adoro accarezzare il mio cavallo. Quando sarò grande vorrei avere un cavallo e divertirmi a fare passeggiate con lui o con lei.

Martina Tigrini
1D