Visita al Resto del Carlino

Il giorno 30/5/2017 con la mia classe sono andato al Resto del Carlino.
Il dottor Leoni prima di accompagnarci dentro l’edificio, ha proposto di farci la foto: foto che il giorno dopo avremmo vista sul giornale! Avevamo il sole in faccia e quindi abbiamo dovuto vivere le dodici fatiche di Ercole per tenere gli occhi aperti. Siamo entrati attraverso un corridoio tappezzato di giornali antichi e importanti. Siamo poi entrati in un’aula dove c’era un lungo tavolo in cui ci siamo seduti. Il dottor Leoni ci ha spiegato come funzionava il giornale e il mestiere che svolgeva: l’inviato speciale.
Nonostante questo ci ha voluto far vedere un video molto illuminante. Il Leoni mi è sembrato una persona molto fiera, buona e simpatica, ma anche con esperienza e rigidità. Finito il video siamo andati tra i corridoi pieni di giornali anch’essi molto antichi ma con informazioni interessanti. In redazione abbiamo visto tipografi e redattori al lavoro. Erano molto pochi perché non era “orario di punta“. Li abbiamo “interrogati”: uno prendeva le foto e gli articoli sportivi per la finale di Cardiff; prendeva le foto dei protagonisti: Ronaldo, Higuain, Dybala, Buffon ecc… gli altri si occupavano di omicidi, altri dei comuni di Bologna, altri ancora degli eventi che sarebbero successi a qualche giorno dopo. C’erano anche ragazzi delle superiori che facevano prove per diventare giornalisti. Finita la visita siamo usciti e siamo andati all’interno della rotatoria, ma abbiamo potuto vedere solo quelle che producevano pubblicità perché i giornali li stampavano solo di sera. Il dottore ci ha regalato una lastra che era come una malacopia. Era incisa con il laser. Infine siamo tornati dentro al Resto del Carlino e il dottor Leoni ci ha regalato bellissimi presenti.
Alessandro Becca 5° A modulo

Lascia un commento