Progetto teatro della 3B: un percorso significativo

E’ il nostro terzo anno, noi concludiamo un percorso e con noi lo fa anche il nostro progetto. Questa esperienza è stata molto entusiasmante e divertente anche se impegnativa e spesso difficile. Ci auguriamo che anche ad altri alunni venga offerta questa opportunità!
La classe 3B
Scuola media, plesso di Monte San Giovanni

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

La storia recitata: donne del passato

Recentemente abbiamo svolto un’ attività con Diana, l’educatrice di Erica, che è la nostra compagna disabile.
Diana ha fatto vedere un Prezi alla nostra classe (3B) sulla violenza contro le donne e abbiamo parlato anche di tre donne speciali: Franca Viola, Antonia Masanello e Onorina Brambilla.
Abbiamo recitato la storia di queste tre ragazze con l’aiuto di travestimenti e di un libro di fumetti: “Cattive ragazze- quindici storie di ragazze audaci e creative” di A. Petricelli e S. Riccardi, che consigliamo di leggere.
Iniziamo con la prima storia: Franca Viola è stata la prima donna a rifiutare il matrimonio riparatore, cioè un’unione che avveniva dopo che la donna subiva violenza per salvarne l’onore.
La vicenda è ambientata negli anni ‘60 ad Alcamo, in Sicilia.
Filippo Melodia, nipote di un boss mafioso – interpretato dal nostro compagno Gregorio, con una coppola in testa- aveva rapito e violentato Franca Viola ( interpretata dalla nostra compagna Alessandra) per costringerla a sposarlo.
Il padre di Franca finse di approvare il matrimonio riparatore, ma il giorno dopo la polizia (Gabriele con un cappello da carabiniere) arrestò Filippo Melodia.
Franca poté riabbracciare la madre (la nostra Erica). Tutto il paese si schierò contro Franca chiamandola “svergognata”; persino il parroco (il nostro compagno Nicolò) disse alla comunità che sarebbe stata zitella a vita.

image

L’avvocato difensore di Melodia tentò di dimostrare che Franca era consenziente e che avevano organizzato una fuitina.
Grazie a Franca Viola in Italia la legge Rocco sul matrimonio riparatore venne abrogata.
La seconda storia che Diana ha raccontato parla di Antonia Masanello, impersonata da Noemi che ha indossato un fazzoletto rosso e ha imbracciato un fucile giocattolo.

image

Antonia si era travestita da uomo per entrare nell’ esercito dei garibaldini ed ha contribuito al raggiungimento dell’ Unità d’Italia.
Anche la terza vicenda è una storia di coraggio: Onorina Brambilla, interpretata da Martina B.,
scelse di lottare contro il fascismo e il nazismo unendosi alle brigate partigiane di Milano. Portava messaggi e armi per i partigiani con la bicicletta; Venne catturata e torturata, ma non rivelò i nascondigli né i nomi dei suoi compagni.
Finí in un campo di concentramento a Bolzano finché gli Americani non la liberarono.

image
Questo modo di studiare la storia è stato per noi divertente, coinvolgente ed educativo; tutti abbiamo partecipato come spettatori o attori; anche Erica ha impersonato svariati personaggi: dalla madre di Franca alla figlia di Antonia Masanello.

Marco Sellitto e Alessandro Negrini,3B

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

In diretta dal Decamerone

Gli alunni di 2^B si sono divertiti a mettere in scena alcune novelle del “Decamerone” di Boccaccio … le loro interpretazioni si sono rivelate spassose e hanno messo in luce alcuni talenti in erba!

La novella più divertente e meglio riuscita, a giudizio degli studenti stessi, è stata (cliccare sul tasto “Show the winner”):

https://drive.google.com/a/montesp.istruzioneer.it/file/d/0B7Jij8MCAb5LWE16dkNPOWd2VlU/view?usp=sharing

… niente male e altrettanto divertente è risultata “Lisabetta da Messina”:

https://drive.google.com/a/montesp.istruzioneer.it/file/d/0B7Jij8MCAb5LNkE3VVFyQmdXaWM/view?usp=sharing

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...