Students in the centre

21 aprile From Helsinki to Italy

L’istituto secondario di I grado Helsinge Skola e la scuola primaria Kyrkoby sono state la meta della visita di oggi. Alcuni alunni avevano appena sostenuto un test di matematica e come d’abitudine era stata concessa loro un’ora di relax, in cui dedicarsi a giochi di società a sfondo logico matematico. Le insegnanti ci hanno spiegato che nella loro scuola non può essere somministrata più di una verifica alla settimana e che tra docenti si accordano per calendarizzare le prove.

IMG_9965

Altri studenti erano impegnati nella lezione di Economia Domestica: dopo una breve spiegazione orale del docente, sono passati alla pratica, impegnandosi nella pulizia di una vetrata.

 

Abbiamo conosciuto anche un educatore, impegnato nella didattica dei ragazzi poco motivati allo studio: il suo compito è quello di prevenire l’abbandono scolastico, offrendo a questi studenti un ambiente di apprendimento più informale e sempre disponibile all’ascolto. In alcuni periodi dell’anno accompagna i ragazzi in soggiorni naturalistici, finalizzati alla condivisione di esperienze in un clima familiare, perché possano avere occasioni di svago e di dialogo che mancano nelle loro realtà quotidiane. I risultati di questo lavoro non saranno rilevabili dalle valutazioni OCSE-PISA, ma costituiscono un traguardo importante a livello umano.

Nel pomeriggio la Dirigente della Jokiniemi School ci ha illustrato il programma di supporto agli studenti con Bisogni Educativi Speciali e disabilità: la flessibilità degli insegnanti di sostegno permette di aumentare le risorse a disposizione e di raggiungere il maggior numero di alunni.

Frase del giorno:

“Happiness is not a destination, it’s a way of life”

Giovanna Pace, Silvia Tiribelli, Rosa Maria Caffio, Nadia Zanetti

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Migration or transformation?

20 aprile From Helsinki to Italy

La visita di oggi ha riguardato la Scuola Pubblica Internazionale di Vantaa, Helsinki. La lingua utilizzata dai docenti per le lezioni è quella inglese, infatti in questo istituto vengono accolti studenti che già parlano inglese o in possesso di una buona fluency, che consenta loro di partecipare in modo proficuo alle lezioni. La scuola ha 432 alunni in età compresa tra i 7 e i 15 anni. Francese, svedese e tedesco vengono offerte come materie facoltative a partire dal grado 4, mentre lo studio del finlandese è obbligatorio.

IMG_9919IMG_9933IMG_9930IMG_9918 IMG_9926 IMG_9932

IMG_9928 IMG_9906

Siamo stati accolti dalla dirigente e dal Prof. Ganeas Dorairaju, che ci ha illustrato la nuova riforma del curriculum, in modo semplice ma efficace.

 

Nel pomeriggio abbiamo visitato il Museo della Scienza Heureka di Vantaa, Helsinki.

heureka

Oggi non vi lasciamo con una frase ma con una questione su cui ci siamo interrogati:

Stiamo migrando inconsapevolmente verso una scuola digitale o stiamo trasformando consapevolmente il nostro modo di insegnare?

Migration or Transformation?

Giovanna Pace, Silvia Tiribelli, Rosa Maria Caffio, Nadia Zanetti

 

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

I do and I understand

19 Aprile From Helsinki to Italy
Oggi siamo stati in visita presso la scuola di Veromaki, una comprehensive school (istituto comprensivo) che  accoglie una fascia d’età dai 7 ai 16 anni. Abbiamo visitato le aule conoscendo gli insegnanti, gli alunni e la loro modalità di studio.
L’attività didattica è sviluppata in modo che gli alunni ricevano un piano di lavoro settimanale e possano eseguire quanto assegnato definendo individualmente i tempi ed i modi. Ogni giorno registrano i risultati del proprio percorso mediante un’apposita timetable, indicando autonomamente il livello raggiunto, utilizzando una scala cromatica. L’insegnante segue il processo di apprendimento e valuta a sua volta i risultati conseguiti, restando sempre a disposizione per chiarimenti e ulteriori spiegazioni.

Gli studenti appartengono ad una classe, ma viene data loro la possibilità di scegliere gli insegnanti ed i compagni con cui studiare in classi aperte e parallele. Queste classi si trovano tutte sullo stesso corridoio; le attività vengono programmate e svolte in modo condiviso. In questo modo gli alunni vengono responsabilizzati ed imparano a lavorare in modo autonomo fin da piccoli, accrescendo la propria autostima ed esperienza. Freedom and responsability!

IMG_9901 IMG_9838 IMG_9839 IMG_9840 IMG_9843

IMG_9820IMG_9863

Nella scuola sono presenti anche alcuni spazi destinati ad attività laboratoriali.

IMG_9857 IMG_9858 IMG_9829 IMG_9899IMG_9861IMG_9848

Nella sessione pomeridiana i docenti della scuola hanno presentato alcuni workshop:

“Active and fun learning”

“Agenda model/Humanity learning”

 

Frase del giorno:

“I hear and I forget. I see and I rememeber. I do and I understand.” (Confucio)

Giovanna Pace, Silvia Tiribelli, Rosa Maria Caffio, Nadia Zanetti

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

The secret of change…

18 Aprile
Prima giornata di Erasmus+ a Helsinki, per il Benchmarking best practices course – Euneos.
Oggi siamo stati accolti a Vantaa, un polo scolastico innovativo per la didattica nei dintorni di Helsinki.
Nella sessione mattutina è stato presentato il sistema scolastico finnico (Innovations in schools, Hanna Kukkonen) e siamo stati accompagnati in un tour nei laboratori scolastici di un istituto professionale/occupazionale.
I ragazzi sono impegnati in progetti ed in attività pratiche sotto la supervisione degli insegnanti che coordinano il loro lavoro e li guidano nel learning-by-doing, imparare facendo. Abbiamo visitato i laboratori di sartoria, falegnameria, restauro, catering, hairdressing. Il risultato del loro lavoro può essere fruito anche dai residenti nell’area scolastica, creando anche sinergia con le ditte presenti nel territorio.

Il Polo scolastico di Varia a Vantaa

IMG_9766 IMG_9775IMG_9773 IMG_9772  IMG_9770        IMG_9769
Nella sessione pomeridiana i partecipanti del corso hanno presentato il proprio istituto mettendo in evidenza i punti di forza e le criticità.
Il nostro intervento è stato apprezzato e ci ha permesso di far conoscere il nostro istituto e di stabilire contatti con gli altri docenti.

IMG_9803 copia

E’ stato interessante confrontarsi con le realtà educative europee cogliendone gli aspetti innovativi.

The secret of change is to focus your energy, not on fighting the old, but on building the new. (Socrate)

Giovanna Pace, Silvia Tiribelli, Rosa Maria Caffio, Nadia Zanetti

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Au revoir Bruxelles!

Bruxelles, 20 novembre 2015

La giornata è iniziata alle 9.30 e il nostro insegnante Gert Lemmens
ci ha accolto con la consueta vignetta umoristica. Dapprima ha messo a
confronto ciò che i vari gruppi avevano realizzato il giorno prima
durante la caccia al tesoro per le vie di Bruxelles. Tra selfies
divertenti e video originali, il nostro gruppo si è posizionato al
secondo posto. Mantenendo sempre questo clima ironico, Gert ci ha
mostrato le modalità d’utilizzo e le potenzialità di Toondoo, un sito
web con cui è possibile creare fumetti inventando personaggi, sfondi,
temi, storie, ecc. Questo approccio alla didattica ludica e motivante
sviluppa nei discenti la creatività artistica e non solo. Risulta
quindi particolarmente indicato per l’area artistico-letteraria nonché
linguistico-espressiva e mette in gioco le capacità di sintesi degli
alunni.
cool-cartoon Scuola digitale Magical School
Successivamente, Gert ci ha suddiviso in gruppi, proponendoci
un’attività di riepilogo della durata di un’ora e trenta in cui ogni
programma appreso è stato opportunamente utilizzato per consolidare le
abilità acquisite e realizzare un prodotto finale.
Dopo un’ultima sessione di premiazioni, Gert ci ha consegnato i certificati di
partecipazione al corso e l’esperienza si è conclusa positivamente,
lasciando intravvedere possibili scambi lavorativi futuri con altre
scuole europee.
Insegnanti certificati

Raffaella Amicucci, Chiara Heltai, Yves Orlandini, Claudia Zardini e
Stefano Zicari

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...