Don Chisciotte della Mancia

Una ventina di figure passano con passi lievi lungo il corridoio di vetrate, dirigendosi verso la biblioteca.
Appena entrati il signor Maretti, cantastorie di professione, ci ha disposto in una forma piramidale e ci ha fatto sedere.
Da subito ha iniziato a parlare del suo lavoro (strano, ma bello) e a raccontare la storia del Don Chiscotte, celebre libro scritto nel XVII secolo, che racconta le disavventure di un certo Alonso Quiliano che pensa di essere nel medioevo ed in sella al suo destriero Ronzinante, e con al suo fianco Sancio Panza gira la Spagna.
Estrae il libro dalla sua borsa marrone per leggerci le prime pagine.
Poi depone il testo e, come farebbe un attore, inizia a raccontare facendo anche gesti e movimenti per dare l’idea di quello che lo sventurato facesse.
Ci racconta dell’episodio dei mulini e di Maritornes. Ci scandisce perfino la perfetta pronuncia dei nomi dei personaggi.
Ora ci sta raccontando della volta in cui Don Chiscotte perde conoscenza dopo un”duro combattimento” per alcuni giorni.
Nel frattempo il parroco e la nipote decidono di murare la biblioteca che contiene i romanzi cavallereschi colpevoli di avergli fatto perdere il senno.
Al suo risveglio gli dicono che un mago ha rubato l’intera biblioteca, Alonso ci crede e immagina un duello con il cavaliere del mago. Purtroppo lo spettacolo giunge al termine, ci siamo divertiti a conoscere un po’ della famosa storia di Don Chiscotte.

Luca Monari

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Risparmio energetico

La scuola primaria a Modulo è stata scelta, insieme ad altri dieci istituti, per partecipare al concorso ”energia in gara”,  promosso dalla provincia, volto a sensibilizzare i bambini e le famiglie al risparmio energetico, rafforzando il messaggio educativo- formativo. Tuttavia, c’è da dire che sono i comportamenti virtuosi a determinare un cambiamento, coinvolgendo direttamente tutti. Sarà la classe 5° a sensibilizzare gli alunni delle altre classi, con slogan mirati; i grandi del modulo, detti anche ANTI SPRECHI, andranno a incoraggiare i più piccoli. Nel concorso, le scuole in gara si confronteranno sul risparmio energetico relativo al trimestre FEBBRAIO- MARZO- APRILE- . Le scuole vincitrici riceveranno un bonus per la realizzazione dei progetti di educazione ambientale.  Gli stessi alunni  sosterranno il seguente slogan: ” Se il mondo vuoi salvare la corrente non devi sprecare. Io non spreco la corrente, ne faccio un uso intelligente”. Quindi, coraggio ragazzi del Modulo, non mollate!

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il meraviglioso mondo degli insetti

Il 10 dicembre gli alunni delle classi 4° e 5° modulo sono andati al Museo di Zoologia a Bologna. Il percorso, predisposto nei locali del museo, ha preso in considerazione gli aspetti del comportamento animale, in particolare quello adottato per la difesa.  Abbiamo approfondito le strategie di difesa: mimetismo, colori aposemantici (o di avvertimento), tanatosi (fingersi morti), difese meccaniche naturali ( aculei, corna, squame ecc.:), simbiosi, mutualismo, vita di gruppo, fuga. C’è da dire che ciò che è stato osservato al microscopio ci ha fatto riflettere sulle conoscenze di cui eravamo in possesso; la scelta di questa visita è stata dunque mirata. Noi di 4° e 5° modulo abbiamo creato un museo degli insetti tutto nostro. Infatti, spinti da spirito di ricerca, raccogliamo tutti gli insetti morti che troviamo in giardino, li osserviamo al microscopio, li sottoponiamo ad analisi e li cataloghiamo. Tuttavia, ce n’è già un consistente numero, dunque, se altri bambini o insegnanti fossero spinti dallo stesso spirito di ricerca, saremo ben lieti di accogliervi.

La maestra Franca

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Visita al “Villaggio senza barriere”

Un piovoso martedì di novembre, quando le foglie non erano ancora cadute, accompagnata dal prof. Benni e dalla prof. Tiribelli, la classe 3E si è recata al “Villaggio senza barriere“. Una signora della “Comunità dell’Assunta” ci ha accolto e mostrato i vari appartamenti delle persone che ci trascorrono un periodo rilassante. Dovete sapere che questo villaggio, oltre ad essere una comoda villa per anziani e persone diversamente abili, è innanzi tutto un luogo di ritrovo di cultura e divertimento. E’ chiamato così per l’assenza di gradini o ostacoli, che possano rendere difficile l’attraversamento di certi luoghi e rendere così una vita più comoda, anche per chi ha impedimenti di tipo fisico o mentale. Infatti gli appartamenti visitati oltre ad essere ampi e ben arredati, sono anche comodi per la vita di persone che vi soggiornano abitualmente. Cucine basse per donne o uomini in carrozzina, grandi camere con finestre sul giardino verde e curato, porte che conducono da un appartamento all’altro con facilità e addirittura una piccola chiesa per le persone più fedeli. Ovviamente la 3E ha visitato solo i principali spazi per favorire la privacy. Dopo aver visitato il villaggio, sotto la pioggia, ci siamo rifugiati in una grande stanza. Ci siamo seduti e con la guida abbiamo discusso di tutte le attività svolte nel luogo. Dopo aver fatto merenda (gentilmente offerta dal villaggio), mangiato un gelato e salutato, ci siamo diretti a scuola un po’ affaticati, ma felici di questa visita che ci ha soddisfatti.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

…note in demo…

…per chi non ha potuto gustare il concerto, o per chi vuole riascoltarne alcuni passaggi! …in attesa che la Deutsche Grammophon pubblichi il cd integrale del concerto…!

L’orchestra di 1E…demo Old Joe Clarke 1E

L’orchestra di 2E…demo Lewis Bridal Song 2E

L’orchestra di 3E…demo Don Raffaè 3E

Per altri estratti del concerto…tenete d’occhio il blog!

Buon divertimento!

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...