Incontro con Carla Rimondi

Quisquilia

Il giorno 27 gennaio 2012 è venuta a farci visita Carla Rimondi, l’autrice del libro “Quisquilia”. Il libro narra la storia di una bambina, Quisuilia, che si trova a risolvere una truffa organizzata da due anziani signori, ma a fin di bene. Abbiamo proposto all’autrice alcune domande sulla stesura e ideazione del libro:

Matilde Passuti:  Chi l’ha ispirata a scrivere questo libro?

Autrice: Nessuno, l’idea mi è venuta leggendo fiabe e favole ai miei adorati figli.

Alessia Vignodelli: Perchè ha deciso di chiamare il paese dove vive Quisquilia con il nome di “Eccoci”?

Autrice: Mi sono ispirata a una foto scattata da alcuni miei amici.

Alice Ballicu: A quale personaggio è più affezionata?

Autrice: Al nonno, perchè non ho mai conosciuto i miei.

Carla Rimondi ci ha chiesto se ci fosse piaciuto il libro e quali parti preferissimo.Le abbiamo parlato dei progetti di italiano svolti in classe e le abbiamo dato dei consigli su cosa scrivere nell’ eventuale secondo episodio di Quisquilia.                                                                                                                      Questo incontro è stato davvero divertente e interessante, si è concluso con una foto tutti insieme.                                                                                                                                      Articolo scritto da: Alice Ballicu, Matilde Passuti, Francesca Spada, Chiara Coltelli, Elisa Forconi, Davide Mazzeo.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

“Poirot e le pietre preziose” di Agatha Christie

 Agatha Christie, l’unica e sola signora del giallo, ha nuovamente centrato l’obiettivo con questo suo nuovo romanzo composto da cinque racconti: “Il caso della Stella d’Occidente”, “Doppio indizio”, “Il caso del dolce di Natale”, “ Il furto di gioielli al Grand Metropolitan” e “La sparizione del signor Devenheim”. In questi testi, Poirot si trova ad affrontare casi letteralmente “preziosi, sfavillanti e pregiati”! Mettendo all’opera il suo cervello o, come lo chiama lui, le sue sveglie cellule grigie, l’investigatore di fama mondiale schiarirà l’alone buio e impenetrabile di mistero che circonda due enormi ed inestimabili gemme gemelle, ritroverà antichissimi gioielli rubati, scoverà e imbroglierà un abile ladro di rubini, intrappolerà due noti delinquenti esperti di furti di bijou e si occuperà della inspiegabile scomparsa di un ricco banchiere. Chi trionferà? Ovviamente l’unione tra psicologia e intelletto di cui Poirot è esperto e mai sprovvisto, come sempre! Questo libro mi ha molto sorpreso, ma non tanto le storie di per sé, bensì il fatto che la loro autrice (Agatha) riesca sempre a creare racconti nuovi ed emozionanti. E’ un romanzo interessante ed avvincente, scritto bene e con moltissima minuziosità. Il mio giallo preferito è l’ultimo, ovvero “La sparizione del signor Devenheim”, perché l’investigatore con la testa ad uovo riesce a risolvere un enigma stando seduto comodamente, al caldo della sua casa. Oh, sì… avete capito bene! Non ha nemmeno visitato la scena del delitto!!! Non ci sono brutti romanzi ovviamente: la scrittrice è Agatha Christie! Consiglio questa raccolta straordinaria di gialli agli appassionati di misteri e a chi ama mettersi continuamente alla prova!

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Stivali a Monte Sole

More about Stivali a Monte Sole Il giorno 16 novembre 2011, è venuta a trovarci l’autrice del libro “Stivali a Monte SoleGiulia Casarini. Noi,eravamo tutti molto emozionati, perchè era la prima volta che incontravamo un’autrice di persona. Il libro stivali a Monte Sole narra dell’eccidio di Marzabotto considerato dal punto di vista di due animali: una lupa ed un asino. Abbiamo letto questo libro in classe durante le ore di narrativa. Quando Giulia Casarini e’ entrata in classe le abbiamo proposto delle domande, eccone alcune:

Domanda: nella sua mente ha pensato a un finale diverso?

Risposta: Si, è un finale aperto e ognuno lo può immaginare come crede!

D: Perchè ha immaginato che un asino e una lupa potessero essere amici?

R: Perchè in guerra tutto si inverte.

D: Perchè ha deciso di raccontare la storia di Monte Sole?

R: Perchè e’ una storia molto importante per Bologna.

Alla fine le abbiamo donato un bellissimo palloncino a forma di sole e un biglietto fimato da tutti noi alunni della I A. Poi, per ricordarci , Giulia Casarini ci ha scritto questa dedica: Alla classe I A grazie per le tante e belle domande.

Post realizzato da : Elena Martelli, Angelica Bizzocchi, Bianca Lazzari, Alessia Vignodelli e Anna Parmeggiani.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Don Chisciotte della Mancha

Don Chisciotte della Mancha

Don Chisciotte della Mancha

accompagnato da Sancho Panza

gira il mondo con Ronzinante

credendosi cavalier errante.

Ogni battaglia che vincerà

a Dulcinea la dedicherà

un problema c’è solamente,

Don Chisciotte non vincerà mai niente.

A casa pieno di lividi tornerà

perchè le battaglie sempre perderà.

Meretti Simone,

un bravissimo attore,

è rimasto con noi per due ore

a raccontarci le sue avventure.

Non nel solito modo lento e noioso,

ma in modo divertente e spiritoso.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Matilde di Roal Dahal

Questo libro è molto interessante. Parla di una bambina di nome Matilde, che a soli cinque anni sa leggere e sa fare calcoli difficili, ma i suoi genitori non ci fanno caso, la trattano come se fosse stupida e lodano il fratello che mostra poca intelligenza. Matilde, quando inizia le elementari, si rivela una bambina prodigio. La sua maestra, Dolcemiele, se ne accorge e ne parla con i genitori della bimba, che non le credono. Nella scuola di Matilde c’è una preside, la signora Spezzindue, cattiva con gli alunni anche se sono degli angioletti.
Matilde scopre di avere strani poteri: sa muovere gli oggetti con il pensiero!  Si confida con la sua dolce maestra, che, alla fine, scopre di essere la nipote della preside Spezzindue.
Il padre di Matilde fa un lavoro illegale. La polizia scopre i suoi affari disonesti e cerca di arrestarlo, ma il padre di Matilde riesce a scappare in Spagna. Matilde non vuole seguire la sua famiglia e chiede di restare a casa della signorina Dolcemiele, i suoi genitori acconsentono. La signorina Dolcemiele, che ben conosce l’intelligenza di Matilde, desidera mandarla in quinta elementare ma la preside non acconsente. In seguito ad un brutto scherzo dei bambini, la preside scappa dalla scuola; viene sostituita da un altro professore che acconsente alla domanda della Dolcemiele.

Questo libro ci è piaciuto moltissimo e consigliamo a tutti di leggerlo!!!!!

Angelica  e Ginevra, 1E

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...