Un bambino di nome Alibabà

C’era una volta, in una piccola capanna, un bambino di nome Alibabà, che aveva sempre desiderato avere un cane. Un giorno andò a fare una passeggiata in montagna insieme al suo gatto Silvestro; a un certo punto, da lontano, sentì abbaiare un cane, così andò a vedere che cosa stava succedendo. Il cane si trovava in una caverna, in cui non si poteva entrare, poichè la porta era bloccata.  Ricordando la storia dei quaranta ladroni,  Alibabà usò la famosa formula magica: – Apriti Sesamo- e la porta si aprì.   Quando entrò nella caverna, Alibabà scoprì che quello era il rifugio della strega Guglielmina, che beveva solo caffè di qualità.  Quando entrò, vide una gabbia con dentro un povero cagnolino impaurito. Prima dell’arrivo della strega, Alibabà liberò il cagnolino e scapparono via veloci. Alibabà e il suo gatto decisero di chiamare il cagnolino Titù. Tutti e tre tornarono a casa felici e contenti. 

Z. M. della classe terza della Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il bambino e il cane

C’era una volta un bambino con il suo bel cane. Una mattina d’inverno, il bambino decise di andare a fare una lunga passeggiata con il suo cucciolone, però dopo un po’ venne a nevicare e non riuscì più a trovare la strada di casa. La neve continuava a cadere e il bambino aveva freddo, fame e voleva i suoi genitori.  Dopo un po’, come per magia, il bimbo riuscì a trovare la strada del ritorno;  rivedendo i suoi genitori, corse subito ad abbracciarli: – Mamma, papà, sono tornato, sono a casa!-

B. C della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il bambino rapito

C’era una volta un bambino che fu rapito da una strega, che, con la sua scopa, lo portò nella sua caverna. Il cane del bambino, non vedendo tornare il suo padrone, cominciò a sentire la sua mancanza e allora andò a cercarlo. Mentre si incamminava, incontrò un gatto e gli chiese: -Da dove vieni? – . Il gatto  gli rispose : -Vengo da là! Tu chi sei, invece? Che cosa fai qui?-  Il cane rispose: -Sentivo la mancanza del mio padrone, quindi sono venuto a cercarlo. Vuoi venire con me?- . – Ok – aggiunse il gatto.   Nel frattempo, la strega cattiva voleva cucinare il bimbo nell’olio bollente, con coda di cavallo e bava di camaleonte. Il cane, insieme al gatto, riuscì a sconfiggere la strega; il bambino fu salvato, così tutti e tre riuscirono a tornare a casa, dove li aspettava una buona cena, preparata con tanto amore. Tutti vissero felici e contenti.

A. F della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Un principe e una principessa

C’era una volta un principe che si innamorò di una principessa di nome Sara.  Il principe era innamoratissimo della principessa, infatti, desiderava tanto sposarla. Un giorno arrivò un drago cattivo, che decise di rapirla e portarla nel bosco incantato. Il principe era molto dispiaciuto, allora decise di seguire il drago e di riprendersi la bella principessa. Per arrivare in quel posto doveva camminare tanto, ma il principe era pronto a tutto, pur di rivedere Sara. Quando il drago e il principe si trovarono faccia a faccia lottarono, il principe colpì il drago con la spada e così il drago cattivo cadde a terra ferito.  Il principe allora salvò la principessa e la sposò. Tutti e due vissero felici e contenti.

E.G. classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Un gatto, un cane, un bambino e una strega

C’era una volta un bambino, che viveva vicino a un paese in cui abitava una strega molto cattiva. Questa strega rubava tutti i cani e tutti i gatti dei bambini; li rubava per farsi delle bellissime pellicce. Un giorno, il bambino si svegliò e non trovò più il suo cane e il suo gatto, ma al loro posto trovò una traccia della cattivissima strega Malandrina e si mise subito in cammino.  A un certo punto si fermò e vide un castello tutto nero, circondato dai pipistrelli che facevano la guardia; visto che il bambino era molto bravo a usare la fionda spaventò tutti i pipistrelli.  La strega, per fortuna, stava dormendo. Il bimbo entrò nel castello, vide una grossa gabbia piena di gatti e di cani, e lì c’erano anche i suoi. Per assicurarsi che Malandrina continuasse a dormire, cercò nel suo laboratorio il sonnifero e glielo diede, così non si sarebbe svegliata. Il bimbo liberò tutti i cani e tutti i gatti e li fece tornare dai loro padroni, poi tornò a casa sano e salvo con il suo gatto e il suo cane.

G. M. di  classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...