Disagio e diversità: “Il ballerino nell’albero”

“Ogni gesto che compio silenziosamente resta racchiuso all’interno del mio corpo. Io so di muovermi benissimo. Solo che voi non lo vedete. Ma sono un gran ballerino, credetemi. Ho tempo, ho ritmo, ho gioia più di quanto immaginiate. Anche se appaio disarmato, sono forte e fiducioso, ma soprattutto sono sorridente”. William Boselli

Titolo progetto: Il ballerino nell’albero

Descrizione in sintesi dei contenuti: Il percorso didattico si propone di

  • Costruire una consapevolezza circa la disabilità fondata su basi culturali tali da rimuovere i pregiudizi

  • Far acquisire agli alunni una sensibilità relazionale che favorisca l’inclusione scolastica e sociale attraverso lo sport

Obiettivi:

  • Far emergere i pregiudizi sulla disabilità e individuarne l’origine

  • Modificare gli atteggiamenti precostituiti e ampliare la propria visione della diversità

  • Ridefinire il proprio atteggiamento nei confronti della diversità e dello svantaggio

  • Conoscere le discipline sportive paraolimpiche

Attività previste:

  • Lettura di brani tratti dal libro Il ballerino nell’albero

  • Discussione in classe

  • Incontro con l’autore

  • Partecipazione alla manifestazione Happy Hand

Classe 1A, a.s. 2014-2015

ht

 

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Artefatto sinestetico: “Il Cantico delle Creature”

Dopo aver analizzato “Il Cantico delle Creature” di Francesco d’ Assisi, dividendoci in gruppi, abbiamo realizzato un artefatto sinestetico, cioè la riproposizione di una poesia accompagnata da immagini e musica. Per montare il lavoro abbiamo utilizzato la presentazione Powtoon, la musica doveva andare ‘a ritmo’ con le immagini, che dovevano essere rappresentative dei versi. Questo lavoro ci ha aiutato a comprendere il significato del testo poetico in modo divertente.

classe 2A Scuola Secondaria

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Vita privata, avventure, amori di Michele Crismani dodicenne. Ottava puntata

Ecco l’ottava e ultima puntata, Michele è già al mare ma ci ha lasciato la conclusione scottante del suo videodiario: le cose con Cot si sono aggiustate? E con suo padre? Michele inoltre scopre che Castellan forse ha le sue ragioni per avercela col mondo.
Come vedrete i video questa volta sono stati girati con strumenti diversi, in luoghi diversi e l’audio non è sempre dei migliori. E’ come se all’ultimo tutto si fosse messo contro di noi per ostacolare la conclusione del diario.
Ci teniamo a ricordare che il testo è tratto dal romanzo di Luciano Comida scomparso di recente. Vi consigliamo di leggerlo perché abbiamo dovuto tagliarlo e modificarlo per ragioni di copione, come si dice..

Classe IIA
A.S. 2013-2014

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...