Caccia alla cicca!

Sabato 24 settembre 2011 è stata la giornata internazionale della pulizia del mondo. Le classi 2 ª B, 2 ª C e 2 ª E, della Scuola Secondaria di primo grado Maria Cassani Lusvardi, hanno aderito all’ iniziativa internazionale di Legambiente “ Puliamo il Mondo” ( Clean Up The World). Puliamo il Mondo è presente in Italia dal 1993. Il lavoro è stato condotto “ a classi aperte”. Le classi sono state divise in tre gruppi:
Il gruppo dei pulitori
Il gruppo dei giornalisti
Il gruppo dei disegnatori
Il gruppo dei giornalisti è stato il primo ad assistere, nel laboratorio di scienze, alla lezione tenuta dal professor Becca sui danni delle cicche. Gli altri gruppi, nel frattempo, hanno cominciato a lavorare: i pulitori fuori a raccogliere i rifiuti e i disegnatori nella mensa a preparare i cartelloni. Dopo la lezione di scienze il gruppo dei giornalisti è uscito ad assistere alla pulizia. Sono state ripulite le aree intorno alla scuola e al Comune. Con noi collaborava una classe 5 della primaria, che ha pulito principalmente la piazza. In piazza sono state effettuate alcune brevi interviste ai passanti. E’ stato chiesto loro se fumavano e dove buttavano i mozziconi una volta finito di fumare. Questa esperienza ai partecipanti è piaciuta molto, sono state ricavate alcune informazioni:
La sigaretta contiene fino a 4000 sostanze velenose e dannose: nicotina, monossido di carbonio (che provocano malattie cardiovascolari), catrame (che causa tumori), agenti ossidanti (che causano B.P.C.D.). Inoltre il filtro, comunemente detto “cicca”, contiene polonio 210, composti organici volatili, gas tossici, catrame e condensato, acetato di cellulosa.
Quindi il consiglio è: NON fumate e se proprio dovete fumare NON buttate le cicche a terra!

Arianna De Gregorio e Serena Santagostino Bietti, classe 2ªB

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Caccia alla cicca!

Noi ragazzi della 2^ D, pur non avendo partecipato sabato 24 settembre all’iniziativa “Caccia alla cicca” organizzata dalla scuola, vogliamo comunque pubblicare un contributo.

In classe abbiamo trattato l’argomento e abbiamo scoperto che dentro un mozzicone di sigaretta ci sono:

  • nicotina (un insetticida tossico per uomo e animali, ne vengono disperse 324 tonnellate all’anno nell’ambiente),
  • polonio 210 (un materiale radioattivo e cancerogeno),
  • composti organici volatili (benzene, formaldeide e acetone che si disperdono con la combustione),
  • gas tossici (ammoniaca e acido cianitrico; ogni anno ne finiscono nell’ambiente 21,6 tonnellate),
  • catrame (ne vengono disperse 144o tonnellate all’anno nell’ambiente),
  • condensato (un insieme di metalli e idrocarburi),
  • acetato di cellulosa (materia plastica nociva per la fauna acquatica, ne vengono disperse nell’ambiente 12.240 tonnellate all’anno).


Per concludere e riflettere, lo sapevate che…

  • ogni 6 secondi al mondo muore una persona per il fumo? In italia su 58 milioni di abitanti 13 milioni sono fumatori, in media fumano 15 sigarette al giorno;
  • Le sigarette più nocive sono quelle arrotolate a mano senza filtro?
  • in Italia ogni anno vengono immessi nell’ambiente 72 miliardi di mozziconi di sigaretta?
  • la Cina è il paese con il maggior numero di morti per il fumo?
  • il 40% dei rifiuti presenti nel Mediterraneo è rappresentato dai mozziconi di sigaretta?

Classe 2D


GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

M’illumino di meno… a scuola

Il 18 Febbraio si è celebrata, come ogni anno, la giornata dedicata al risparmio energetico che è stata chiamata, dagli autori di Katerpillar, trasmissione radiofonica che l’ha ideata, M’illumino di meno.  Anche se un po’ in sordina, la nostra scuola ha partecipato con un atto concreto: abbiamo chiesto all’assessore all’ambiente di Monte San Pietro, Barbara Fabbri, di poter modificare l’accensione delle luci così da risparmiare il 50% di energia elettrica. In alcune classi sono già attivi i nuovi interruttori che consentono di accendere i neon lontani dalle finestre in modo indipendente da quelli vicini alle finestre.
Nel sito dell’Istituto è inoltre consultabile la nostra Agenda 21, riassunto delle buone pratiche che la scuola vuole sostenere.

L’Agenda 21 (letteralmente:cose da fare nel 21o sec.) è un programma delle Nazioni Unite dedicato allo sviluppo sostenibile: consiste in una pianificazione completa delle azioni da intraprendere, a livello mondiale, nazionale e locale in ogni area in cui la presenza umana ha impatti sull’ambiente.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Salviamo la Terra

L’uomo, con il progresso, ha creato una “malattia” che, se sosterrà questo ritmo di andamento, manderà in rovina il nostro pianeta: l’inquinamento.  Con questo nome indichiamo tutti i fenomeni che insieme costituiscono un grave pericolo per la Terra:

  • le piogge acide, che, attraverso la normale pioggia aggregata agli acidi solforici presenti nell’aria, distruggono gli habitat e gli ecosistemi del mondo;
  • i fertilizzanti chimici, che inquinano il suolo, i prodotti agricoli e anche le falde acquifere, di cui noi ci serviamo;
  • l’uso smodato delle risorse del pianeta, come il petrolio o, in generale, gli idrocarburi.

Purtroppo le risorse del pianeta cominciano a scarseggiare, quindi la popolazione della Terra deve adottare delle soluzioni per aiutare il pianeta a sopravvivere e a lasciare alle generazioni future degli ambienti sani.

E’ opportuno ridurre i consumi, per esempio sospendere l’uso del petrolio e adoperare altre risorse naturali come le energie rinnovabili: l’acqua, il vento, il sole, ecc…

E’ utile fare la raccolta differenziata dei rifiuti per riciclare i vari materiali e risparmiare elementi importanti nella vita sulla Terra, come gli alberi.

Tutto ciò va fatto per favorire un modello di sviluppo sostenibile: uno sviluppo è sostenibile se è in grado di soddisfare i bisogni delle attuali generazioni senza compromettere la sopravvivenza di quelle future. Aiutiamolo!

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...