Il cibo nel mondo

La classe 3A, per prepararsi alla visita di Expo Milano 2015, ha realizzato un percorso di

approfondimento dei temi affrontati dalla manifestazione internazionale, che è stata

l’occasione, come sappiamo, per un dibattito globale sul diritto ad un’alimentazione sana,

sicura e sufficiente per tutti gli abitanti della Terra.

Gli alunni, divisi a gruppi, hanno realizzato degli elaborati multimediali. Uno di questi ha

focalizzato il proprio lavoro sul problema della distribuzione delle risorse alimentari nel

mondo, mettendo in luce uno dei grandi paradossi del mondo contemporaneo

caratterizzato da abbondanza e privazione.

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il giardino “segreto” dei profumi e dei sapori di Calderino

Gli alunni della IIB primaria che vi hanno lavorato hanno tentato di riaccendere il fascino che i giardini segreti portano con sé da sempre.
Il nostro è effettivamente un giardino segreto, poiché collocato ben protetto all’interno dell’edificio scolastico.
Ad un’analisi più attenta però esso ha anche risposto al bisogno che hanno gli alunni di trovare, nell’ambito della propria esperienza, uno spazio piccolo da adottare e trasformare.
È un luogo dove governa potente la natura pertanto le piante officinali sono state collocate in base all’esposizione solare e alla qualità del terreno.
È un testimonial qualificato per apprendere ad evitare lo spreco poiché vengono utilizzati vasi biodegradabili, piante più ecosostenibili, impianto goccia a goccia.
Il giardino inoltre si fa custode di memorie attraverso il racconto da parte dei nonni dell’esperienza contadina che appartiene al nostro territorio; fa rinascere la curiosità attraverso l’osservazione di tipo scientifico; infine è depositario della relazione che nasce dalla cura delle piante da parte degli alunni.
In conclusione il nostro giardino dei profumi e dei sapori contenitore di svariate esperienze non può e non deve andare perduto.
Testo a cura di Rosa Maria Polo
Immagini a cura di Rosa Maria Polo e Raffaella Amicucci

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

E tu… Sai fare la spesa?

http://ragazzi.gruppohera.it/progetti_didattici/382-393.html
http://ragazzi.gruppohera.it

Quante tonnellate di rifiuti produciamo nella nostra vita? Lo sai che fare la spesa in modo intelligente serve a non inquinare? Perché facciamo la raccolta differenziata e qual è il destino dei rifiuti?

Se non facessimo la raccolta differenziata dovremmo sempre ricavare nuove risorse dall’ambiente che ci circonda e, come ben sappiamo non ci durerà in eterno: adesso l’ambiente si comporta come un cane bastonato senza nessuna ragione, ma in futuro noi, della nostra generazione, subiremo le conseguenze di ciò che stiamo buttando via. In una vita media di 75 anni, ognuno di noi produce in media 40000 Kg di rifiuti, cioè circa 1,6 Kg al giorno.

Per smaltire questi rifiuti ci sono tre modi:

  • le discariche, dove però occupano molto spazio;
  • la termovalorizzazione, cioè bruciarli con l’inceneritore, producendo però anidride carbonica ed altri gas serra;
  • il terzo modo, ed anche il migliore, è la raccolta differenziata.

Cosa possiamo ottenere dai prodotti riciclati? Vetro e alluminio sono riutilizzabili all’infinito. Dalla plastica: maglioni in pile o tute, oggetti da giardino, penne… Dall’organico: il compost, un prodotto totalmente naturale che fertilizza il terreno.

Ora arriviamo alla domanda cruciale: come facciamo a produrre meno rifiuti? Facendo la spesa consapevole cioè tenendo in considerazione quanti imballaggi sono presenti per avvolgere il prodotto e non solo. Gli imballaggi sono spesso inutili o servono solo ad attirare l’attenzione del compratore e, dopo essere stati scartati, si trasformano subito in rifiuti.

Tutto questo lo abbiamo imparato partecipando ad un laboratorio con Lorenza, una operatrice della associazione “La Lumaca” che si occupa di educazione ambientale per Hera (azienda che gestisce i rifiuti). Lorenza ci ha fornito alcune dritte per una spesa intelligente: fare la spesa a stomaco pieno per non essere invogliato a comprare prodotti inutili, preparare una lista (comprese le quantità), comprare prodotti equosolidali ecosostenibili e biologici. Equosolidali cioè che rispettano i diritti dei lavoratori, ecosostenibili a basso impatto ambientale, e biologici, prodotti privi di sostanze nocive. Prima di comprare un prodotto bisogna controllarne le etichette, per valutarne i componenti e la scadenza; sarebbe bene inoltre non comprare prodotti usa e getta ed utilizzare quelli riciclabili; è meglio utilizzare i prodotti alla spina e portarsi la borsa della spesa da casa; per evitare l’inquinamento dovuto al trasporto o al rincaro dei prezzi acquistare prodotti a km zero.

Fare la spesa consapevole è una buona iniziativa che, in futuro verrà premiata con la sopravvivenza del nostro amato pianeta.

Alice Naldi, Lorenzo  Bazzani, Enrico Lanzarini (classe 1A)

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Piove

Alessia Stanzani, 1B Primaria Calderino
Alessia Stanzani, 1B
Primaria Calderino

il sole si disperde fra le nubi,

piene di freddo e di disgrazia,

che piangeranno lacrime gelide

e smetteranno di piangere solo quando

la luce sarà ritrovata.

Noè Corazza

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...