Un principe di nome Clay

C’era una volta una regina, che aveva un figlio di nome Clay. Il piccolo principe fu rapito da un drago cattivo e una stregaccia,  all’età di due anni. Da quel giorno il re e la regina mandarono le guardie a cercarlo, che non smisero mai di farlo anche nelle notti più nebbiose e buie. Il povero Clay era rinchiuso in una cantina sotterranea, presso le acque del fiume Pil, dove nessuno osava avvicinarsi, poichè c’era il drago malvagio.  Un giorno Clay sentì un cane abbaiare e un gatto miagolare; furono proprio questi due bravi animaletti che salvarono il piccolo principe. Questi, infatti, riuscirono a sconfiggere il drago e a salvare Clay, riportandolo dai suoi genitori, il re e la regina. Da quel giorno il cane e il gatto furono considerati gli eroi del castello.

R. B della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Bim sala bim

C’erano una volta un cane, un gatto e un bambino. Il cane e il gatto volevano per forza salire sul camper dei loro padroni, solo così avrebbero evitato di essere messi in una pensione per animali e si sarebbero fatti una bella vacanza. Il bimbo, invece, non voleva più andare a scuola, quindi non sapeva cosa escogitare per evitare questa terribile sorte. Un giorno tutti e tre incontrarono una vecchietta, strana ma simpatica. La vecchietta riuscì a trovare una soluzione per tutti i loro piccoli ma grandi problemi. La vecchietta, in realtà, era una streghetta buona; infatti, trasformò il bimbo in un cane, il cane e il gatto in bimbi. Il problema fu risolto per tutti, poichè i cani non vanno a scuola e i bimbi possono salire sul camper e andare in vacanza più facilmente. La vecchietta, dunque, con un ”bim sala bim” fece in modo che tutti vissero felici e contenti.

A. B. della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Un bambino di nome Alibabà

C’era una volta, in una piccola capanna, un bambino di nome Alibabà, che aveva sempre desiderato avere un cane. Un giorno andò a fare una passeggiata in montagna insieme al suo gatto Silvestro; a un certo punto, da lontano, sentì abbaiare un cane, così andò a vedere che cosa stava succedendo. Il cane si trovava in una caverna, in cui non si poteva entrare, poichè la porta era bloccata.  Ricordando la storia dei quaranta ladroni,  Alibabà usò la famosa formula magica: – Apriti Sesamo- e la porta si aprì.   Quando entrò nella caverna, Alibabà scoprì che quello era il rifugio della strega Guglielmina, che beveva solo caffè di qualità.  Quando entrò, vide una gabbia con dentro un povero cagnolino impaurito. Prima dell’arrivo della strega, Alibabà liberò il cagnolino e scapparono via veloci. Alibabà e il suo gatto decisero di chiamare il cagnolino Titù. Tutti e tre tornarono a casa felici e contenti. 

Z. M. della classe terza della Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il bambino e il cane

C’era una volta un bambino con il suo bel cane. Una mattina d’inverno, il bambino decise di andare a fare una lunga passeggiata con il suo cucciolone, però dopo un po’ venne a nevicare e non riuscì più a trovare la strada di casa. La neve continuava a cadere e il bambino aveva freddo, fame e voleva i suoi genitori.  Dopo un po’, come per magia, il bimbo riuscì a trovare la strada del ritorno;  rivedendo i suoi genitori, corse subito ad abbracciarli: – Mamma, papà, sono tornato, sono a casa!-

B. C della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il bambino rapito

C’era una volta un bambino che fu rapito da una strega, che, con la sua scopa, lo portò nella sua caverna. Il cane del bambino, non vedendo tornare il suo padrone, cominciò a sentire la sua mancanza e allora andò a cercarlo. Mentre si incamminava, incontrò un gatto e gli chiese: -Da dove vieni? – . Il gatto  gli rispose : -Vengo da là! Tu chi sei, invece? Che cosa fai qui?-  Il cane rispose: -Sentivo la mancanza del mio padrone, quindi sono venuto a cercarlo. Vuoi venire con me?- . – Ok – aggiunse il gatto.   Nel frattempo, la strega cattiva voleva cucinare il bimbo nell’olio bollente, con coda di cavallo e bava di camaleonte. Il cane, insieme al gatto, riuscì a sconfiggere la strega; il bambino fu salvato, così tutti e tre riuscirono a tornare a casa, dove li aspettava una buona cena, preparata con tanto amore. Tutti vissero felici e contenti.

A. F della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...