La tecnologia

Tecnologia: una parola molto importante per il nostro sviluppo, ma sconosciuta ai tempi antichi.

Al giorno d’oggi, ormai, la tecnologia viene usata per fare qualsiasi tipo di lavoro, persino i più banali come aprire un cancello.

Secondo me, è molto utile la tecnologia, perchè senza di essa non esisterebbero i film, gli elettrodomestici e altri marchingegni simili.

Però, oltre ad aver fatto passi da gigante, la tecnologia ha trasformato, e sta trasformando nel corso del tempo, la nostra vita, sollevandoci da lavori “gravosi e faticosi” e obbligandoci a una  vita sedentaria: avete fatto caso che ora, per evitare di fare le scale, adoperiamo ascensori e scale mobili?

Comunque ha anche migliorato molti lavori: nelle fabbriche tutti i macchinari sono controllati da un computer, nei campi non si usano più zappe, aratri, falci ecc…  ma trattori, mietitrebbie e altre macchine agricole.

Ma il punto culmine di questo radicale cambiamento è il computer, senza il quale oggi non potremmo fare niente!

Dopo tutto ogni oggetto elettronico è “vivo” grazie al computer, di cui esistono infiniti tipi e dimensioni; provate a pensare a cosa accadrebbe se alcuni di questi dovessero incepparsi, saremmo perduti!

Purtroppo la nostra vita quotidiana è completamente condizionata dalla tecnologia: riusciremo a non essere “governati” da queste forze tecnologiche nei prossimi decenni?  😕

Aspetto le vostre risposte!

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Meglio tre amici che uno solo

In un piccolo villaggio, sperduto in mezzo ad una landa, viveva un bambino di nome Andrea. Il suo unico amico era Toby, un cucciolo di cane tutto nero con un orecchio bianco. Era il suo unico amico, perchè nel villaggio non c’erano altri bambini; a volte si sentiva veramente solo e triste per questo. Un giorno era così immerso nei suoi pensieri, che camminando uscì dal villaggio. Gli era stato proibito di allontanarsi, perchè si diceva che nel bosco viveva una strega cattiva. Toby, che di solito gli trotterellava accanto, ad un certo punto schizzò via. Andrea lo rincorse chiamandolo forte e ad un certo punto si ritrovò davanti ad una capanna. Sull’uscio di casa c’era  Toby, che giocava con un gattino tutto rosso. Andrea era arrabbiato con Toby, ma, vedendo quella scena, gli ritornò il sorriso, perchè pensò subito di aver trovato un nuovo amico.  Ad un certo punto, però, si aprì la porta di casa e apparve una vecchia tutta vestita di nero, che spaventò a morte Andrea, che rimase come impietrito.  La vecchia signora, invece, lo invitò gentilmente a non aver paura, perchè lei non era la strega cattiva che tutti dicevano lei fosse. Infatti, lo invitò ad entrare per assaggiare i biscotti che aveva appena sfornato. Da quel giorno in poi, Andrea andò regolarmente a trovare la vecchia signora, e da allora, invece di avere solo Toby come amico, aveva anche la vecchia signora e il suo gattino.

A. S. della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Il cane Sansone e il gatto Ercole

Un pomeriggio un bambino di nome Marco stava facendo i compiti delle vacanze nella sua cameretta, quando a un certo punto sentì il gatto Ercole litigare con il cane Sansone. Per farli calmare un po’, decise di portarli a fare una passeggiata al fiume. Quando arrivarono, da lontano Marco vide una vecchietta che scivolò in acqua, così lui corse ad aiutarla. La vecchietta, in realtà, era una strega cattiva, infatti catturò il povero Marco e lo legò.  Fu così che Sansone e Ercole corsero ad aiutare il loro padrone, mordendo e graffiando la strega, che per la paura scappò via a gambe levate.  Marco tornò a casa spaventato, ma felice di avere due amici così coraggiosi.

C. B. della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Un principe di nome Clay

C’era una volta una regina, che aveva un figlio di nome Clay. Il piccolo principe fu rapito da un drago cattivo e una stregaccia,  all’età di due anni. Da quel giorno il re e la regina mandarono le guardie a cercarlo, che non smisero mai di farlo anche nelle notti più nebbiose e buie. Il povero Clay era rinchiuso in una cantina sotterranea, presso le acque del fiume Pil, dove nessuno osava avvicinarsi, poichè c’era il drago malvagio.  Un giorno Clay sentì un cane abbaiare e un gatto miagolare; furono proprio questi due bravi animaletti che salvarono il piccolo principe. Questi, infatti, riuscirono a sconfiggere il drago e a salvare Clay, riportandolo dai suoi genitori, il re e la regina. Da quel giorno il cane e il gatto furono considerati gli eroi del castello.

R. B della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...

Bim sala bim

C’erano una volta un cane, un gatto e un bambino. Il cane e il gatto volevano per forza salire sul camper dei loro padroni, solo così avrebbero evitato di essere messi in una pensione per animali e si sarebbero fatti una bella vacanza. Il bimbo, invece, non voleva più andare a scuola, quindi non sapeva cosa escogitare per evitare questa terribile sorte. Un giorno tutti e tre incontrarono una vecchietta, strana ma simpatica. La vecchietta riuscì a trovare una soluzione per tutti i loro piccoli ma grandi problemi. La vecchietta, in realtà, era una streghetta buona; infatti, trasformò il bimbo in un cane, il cane e il gatto in bimbi. Il problema fu risolto per tutti, poichè i cani non vanno a scuola e i bimbi possono salire sul camper e andare in vacanza più facilmente. La vecchietta, dunque, con un ”bim sala bim” fece in modo che tutti vissero felici e contenti.

A. B. della classe terza Scuola Primaria Modulo

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...