“Per questo mi chiamo Giovanni”

More about Per questo mi chiamo Giovanni L’autore, Luigi Garlando, è stato molto bravo e acuto a scrivere questo romanzo semplificandone il contenuto e rendendolo leggibile e adatto a tutte le fasce di età.
Il libro, infatti, tratta della storia di Giovanni Falcone, un magistrato siciliano di grande fama che ha affrontato di petto la mafia, provando a sconfiggerla.
Un padre decide un bel giorno di raccontare questa storia al figlio che si chiama proprio Giovanni e che in questo racconto scoprirà, al suo decimo compleanno, il motivo per cui gli è stato assegnato questo nome ed anche perché il suo giocattolo preferito, una scimmietta di pezza, ha il nome Bum.
La storia di vita di Giovanni Falcone nel libro s’intreccia con quella del bimbo e del suo papà, che visitano la città di Palermo, attraversando tutti i luoghi di vita del magistrato.
Giovanni trascorre una giornata bellissima, facendo una tappa al mare col papà sulla spiaggia, nei dintorni di Capaci. Il bimbo, incuriosito, ha fretta di conoscere il perché del suo nome, ma è soprattutto sempre più interessato alla vita di Falcone.
Il papà di Giovanni parla della mafia descrivendola come un mostro dalle mille teste e come un gigantesco carciofo di cui ogni foglia è un clan. Gli dice pure che Giovanni Falcone non ha mai pianto, neppure il giorno della sua nascita e che quel giorno è entrata dalla finestra una colomba bianca, un presagio!
Inizia la carriera da giudice insieme all’amico e collega Paolo Borsellino fino al maxi processo in cui furono condannati più di cento malviventi; infine la strage di Capaci.
Si arriva quindi al punto in cui il papà racconta a Giovanni del negozio di giocattoli, a Palermo, dove lavorava. Della sostanziosa somma di denaro pretesa puntualmente ogni mese dalla mafia (“u pizzu”), e di come la morte del magistrato gli ha dato forza per combattere quel mostro. Questa scelta gli costò il negozio che fu dato alle fiamme dalla mafia e di cui l’unico giocattolo “sopravvissuto” era proprio la scimmietta, che fu chiamata Bum e donata in regalo a Giovanni nel giorno speciale della sua nascita.
Il perché fu chiamato Giovanni, ve lo lascio scoprire, perché…vi consiglio proprio di leggerlo!
S’impara a diventare più onesti con tutti, si prova orrore per i malfatti dei prepotenti.
Basta iniziare il romanzo e poi si prosegue tutto d’un fiato, nello scorrere delle pagine la curiosità del lettore cresce, come cresce a Giovanni la voglia di scoprire che cosa c’entra Falcone con la sua vita e con il suo nome….

Francesco Piva IIIA

GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
GD Star Rating
loading...
"Per questo mi chiamo Giovanni", 8.1 out of 10 based on 15 ratings